Lonato: crollano 9 metri della cinta muraria della Rocca viscontea

L'amministrazione comunale guidata da Mario Bocchio e la Fondazione Ugo Da Como si stanno attivando per reperire i fondi necessari al ripristino. La Soprintendenza è già stata informata

La parte di muro crollato

Lonato. Risale a venerdì scorso il crollo di una porzione della cinta muraria fatta di pietre e ciottoli che congiunge la Casa del Podestà alla Rocca viscontea di Lonato del Garda, monumento storico dal 1911, orgoglio del patrimonio lonatese.

La parte di muratura crollata, 9 metri di larghezza e 4 di altezza, ha ceduto molto probabilmente a causa di infiltrazioni d’acqua e per via dell’esposizione agli agenti meteorologici, non soltanto degli ultimi giorni.

L’amministrazione comunale si è già attivata, con la collaborazione della Fondazione Ugo Da Como, a cui appartiene il complesso monumentale della Casa museo del podestà e della Rocca, per mettere in sicurezza l’area e le parti di muro pericolanti.

"Con la Fondazione – afferma il sindaco Mario Bocchio – cercheremo di trovare le risorse pubbliche e private per  intervenire e tutelare al meglio questo bene di primaria importanza per la comunità lonatese. Cercheremo al più presto finanziamenti, sponsorizzazioni, per poter ricostruire la muratura che ha subito il danno".

IMG_5086-2Nel 2000 la Soprintendenza ai beni architettonici e per il paesaggio delle Province di Brescia, Mantova e Cremona aveva curato un intervento di messa in sicurezza e di ricostruzione della stessa porzione di muratura ora crollata.

"Purtroppo - aggiunge Bocchio -, il fatto che la cinta muraria non sia protetta dagli eventi meteorologici non aiuta la perfetta conservazione. Anche per questo cercheremo di provvedere a interventi congiunti per salvaguardare questa parte di Rocca, considerato l’alto valore storico e architettonico del bene. Stiamo già valutando tempi, modalità e costi del ripristino".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento