Formigoni: "Nessun patto con Ponzoni sull'Expo del 2015"

"E' una cosa che non esiste - ha tagliato cordo il presidente lombardo riguardo all'intercettazione incriminata -. Probabilmente Ponzoni parlava d'altro"

"Non esiste nessun patto, probabilmente Ponzoni parlava d'altro", anche perché "per fare un patto occorre essere in due": così il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha escluso l'esistenza di un accordo segreto con l'ex assessore regionale Massimo Ponzoni, indagato per una serie di reati tra cui corruzione, per far ottenere all'ex segretario Pdl della Brianza un incarico futuro in vista di Expo 2015.

L'imprenditore Sergio Pennati: «Pagai le vacanze a Formigoni»

"Di questo ipotetico patto ne avrebbe eventualmente parlato Ponzoni - ha spiegato Formigoni a margine della camera ardente per il vigile Nicolò Savarino, ucciso una settimana fa a Milano - ma per fare un patto occorre essere in due. Se anche Ponzoni ne avesse parlato non esiste nessun patto. Sono passati due anni (l'intercettazione che ne riferisce risale al 2010, ndr) e non se ne è più parlato."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento