rotate-mobile
Cronaca Desenzano del Garda

Rivoltella piange Paolo Beltrami, storico gelataio del Tipsy’s

Lascia moglie e figlio nel dolore

Per i rivoltellesi recarsi al Tipsy’s significa semplicemente una cosa: andare a prendersi un gelato. È per questo motivo che tutti in paese conoscevano Paolo Beltrami, da sempre dietro al bancone del negozio di famiglia. La sua prematura scomparsa ha lascito l'intero paese senza parole: Paolo si è spento prematuramente all'età di 54 anni, stroncato da una grave malattia. Ne piangono la scomparsa la moglie Donatella Righettini, il figlio Alessandro e Debora, la mamma Laura e il fratello Alessandro.

Era il maggio 1989 quando la vetrina del negozio si affacciò per la prima volta in paese, con i rivoltellesi che, incuriositi, andavano a provare quel gelato “nuovo” per la prima volta. I coniugi Beltrami, Piero e Laura, quattro anni prima avevano rilevato un laboratorio artigianale a Gardone Riviera da un certo signor Tiziano conosciuto come “Tipsy”. Motivo per cui, una volta acquisito, decisero di chiamare così anche la gelateria in via Di Vittorio. Già allora Paolo iniziò a muovere i primi passi, in quella che sarebbe divenuta la sua grande arte: nell'anno iniziale dell'attività, infatti, fu proprio Paolo a produrre il gelato presso il laboratorio di Gardone. Aveva solo 17 anni e, da lì in poi, non avrebbe più smesso di deliziare i clienti con le sue creazioni, fino alla maledetta malattia che – nonostante la sua coraggiosa lotta – l'ha strappato alla vita davvero troppo presto.

I funerali sono stati celebrati nella parrocchia di Portese venerdì mattina: tanti gli amici e i paranti accorsi per l'ultimo saluto alla sua anima buona. Al termine della messa esequiale, il corteo è poi proseguito per il tempio crematorio di Sant'Eufemia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoltella piange Paolo Beltrami, storico gelataio del Tipsy’s

BresciaToday è in caricamento