Rapinatori in fuga: sfondano il posto di blocco, ferito un carabiniere

Fuga rocambolesca nell’Alto Garda: tre rapinatori a bordo di una Renault Megane inseguiti tra Riva e Limone. L’auto viene speronata da una pattuglia dei Carabinieri, dopo aver sfondato un posto di blocco

Rocambolesca fuga dell’Epifania per un trittico di malviventi a bordo di una Renault Megane, protagonisti di una serie di rapine e furti in casa a Riva del Garda, prima di riuscire a far perdere le loro tracce dopo aver varcato il confine bresciano. L’auto è stata intercettata e speronata in territorio di Limone: ma due dei tre malviventi sono riusciti a scappare, uno solo è stato arrestato.

Succede tutto nel tardo pomeriggio di mercoledì: i tre malviventi sono impegnati a fare razzia nelle case alla periferia di Riva. Vengono avvistati da una donna, che rincasando si accorge del furto in diretta: i tre scappano ma viene dato l’allarme al 112. Carabinieri e Polizia in forze per cercare di intercettare i rapinatori in fuga, a bordo duna Megane nera.

Primo posto di blocco, forzato: a Riva del Garda, fuga in direzione Limone. E proprio a Limone l’auto viene bloccata, speronata da una pattuglia di Carabinieri all’altezza del palazzo dei congressi. Due malviventi riescono a scappare, a piedi, il terzo viene arrestato: è un albanese di 31 anni.  E’ accusato di resistenza, possesso di arnesi da scasso e danneggiamento aggravato, ma anche violenza e lesioni personali.

Durante la fuga rocambolesca infatti l’auto dei ladri ha colpito e ferito un militare. E’ successo in occasione del primo posto di blocco forzato, ancora a Riva. Ora è caccia grossa ai due malviventi mancanti: si cerca sulle montagne che sovrastano il paese, tra capanni e casette isolate della Val del Singol.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento