Cronaca

"Avevo bisogno di stare da solo": giovane padre ritrovato in albergo

Scomparso da mercoledì scorso, Luca Inverardi è stato ritrovato in un albergo di Ancona: "Avevo bisogno di stare da solo", avrebbe raccontato ai militari prima di avvisare i suoi familiari

A sinistra: Luca Inverardi. A destra: una spiaggia del Conero, Ancona (foto d’archivio)

“Mi dispiace, ma avevo bisogno di stare da solo. Per qualche giorno. Me ne sono andato perché avevo bisogno di riflettere”. Anche Luca Inverardi chiede scusa, a poche ore dal suo ritrovamento. Sono stati giorni di apprensione infinita per i familiari, i genitori e la sorella, l'ex compagna e la figlia ancora piccola.

E invece Luca era andato al mare: grazie ai movimenti di bancomat e carta di credito le forze dell'ordine lo hanno rintracciato in un albergo di Ancona, dove era ospite da qualche giorno. Qui i carabinieri hanno bussato alla sua porta, lui ai militari ha raccontato tutto. E poi ha avvisato la sua famiglia.

Risultava ufficialmente scomparso da mercoledì scorso. Erano state la sorella e l'ex compagna a sporgere denuncia. Il suo furgone era stato ritrovato nella zona industriale del paese, con le chiavi inserite nel quadro e il suo smartphone (che per giorni ha suonato a vuoto) abbandonato nel cruscotto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Avevo bisogno di stare da solo": giovane padre ritrovato in albergo

BresciaToday è in caricamento