Primo, secondo e cocaina: arrestato per spaccio il titolare di un ristorante

In manette due senegalesi, di 44 e 40 anni, il primo titolare di un ristorante all'angolo tra Via Capriolo e Via delle Battaglie. Il blitz della Polizia Locale

Blitz della Polizia Locale tra il Carmine e San Faustino: sono stati arrestati i gestori (entrambi senegalesi) del ristorante che negli ultimi tempi si era fatto conoscere non per i suoi piatti, ma per la droga che veniva venduta dietro il bancone. In manette il titolare del locale, un 44enne, e il suo “aiutante”, di 40 anni: processati per direttissima, sono stati condannati a 1 anno di reclusione.

Da tempo la situazione veniva monitorata dagli agenti: il continuo viavai di persone sospette, molte di queste riconosciute come consumatori o tossicodipendenti, non ha fatto altro che accendere i riflettori sul ristorante all'angolo tra Via Capriolo e Via delle Battaglie.

Funzionava più o meno così: l'aiutante intercettava i clienti per strada, nelle vie e nei vicoli adiacenti. Poi li portava al ristorante, dove poi veniva allertato il titolare: l'uomo usciva dal locale per salire le scale di casa sua, proprio di fianco, e poi tornava indietro con la droga, sempre cocaina.

L'aiutante e il cliente quindi si allontanavano dal ristorante, e completavano lo scambio (di soldi e droga) in angoli bui a poca distanza. Quando gli agenti della Locale hanno varcato la soglia, il titolare nascondeva in tasca circa 2000 euro in contanti, considerati il provente dell'attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguito di successiva perquisizione domiciliare, sono state recuperate una ventina di dosi di cocaina da mezzo grammo pronte per essere spacciate. Erano state nascoste nell'incavo di un faretto sulle scale. La festa è finita: per tutti e due sono scattate le manette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: tampone obbligatorio per chi rientra dall'estero

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Coronavirus, allarme contagi di ritorno: 7 ragazze positive dopo una vacanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento