Desenzano del Garda: sfiora un'auto, sfigurato a calci in faccia

Si chiudono le indagini del Commissariato di Polizia di Desenzano del Garda, a seguito del brutale pestaggio avvenuto in pieno centro, il 14 giugno scorso. Denunciati tre milanesi, in vacanza sul lago per un solo weekend

Hanno un volto e un nome i tre uomini che il 14 giugno scorso hanno prima aggredito, e poi brutalmente pestato, due giovani ragazzi bresciani (di 28 e 29 anni) nel cuore del centro storico di Desenzano, a due passi dai locali della movida, all’angolo tra Via Nazario Sauro e Piazza Matteotti.

Tutti e tre in trasferta, arrivati da Cologno Monzese e a Desenzano solo per un weekend. Rispettivamente di 38, di 26 e di 25 anni, ora indagati dalla Procura di Brescia per concorso in lesioni volontarie gravi. Le indagini, coordinate dal dirigente del Commissariato di Polizia Bruno Pagani, hanno permesso di risalire a loro dopo una settimana di testimonianze, di filmati di videosorveglianza, di monitoraggio degli alloggiati negli alberghi di Desenzano e dintorni.

Un’aggressione brutale, a detta dei testimoni, e per futili motivi: i due bresciani, un 28enne di Carpenedolo e un 29enne di Desenzano, avrebbero sfiorato la macchina dei milanesi, parcheggiata proprio sulla via. Sarebbero poi stati inseguiti e minacciati, prima di essere colpiti ripetutamente.

Se l’è vista brutta il 29enne desenzanese: colpito in pieno volto, avrebbe perso i sensi prima di cadere a terra, ed essere ancora colpito, preso a calci anche in faccia. Soccorso dai dipendenti di un locale della zona, è stato poi ricoverato in ospedale, e sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

Varie contusioni, e una frattura al setto nasale, anche per il 28enne di Carpenedolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento