menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d’archivio

Foto d’archivio

Non dà notizie da giorni, lo trovano senza vita in fondo a un dirupo

La drammatica scoperta nel tardo pomeriggio di lunedì a Virle, frazione di Rezzato. La vittima è un uomo di 50 anni

Non dava sue notizie da giorni: sabato pomeriggio si era allontanato dalla clinica di Brescia dove era in cura, facendo perdere le tracce. Le ricerche erano scattate dopo poche ore: i Carabinieri, coadiuvati dalle unità cinofile e dai volontari della Protezione Civile, avevano immediatamente passato al setaccio i luoghi che l'uomo, un 50enne di casa a Rezzato, era solito frequentare.

Il sottile filo di speranza a cui era aggrappata la famiglia del 50enne, in cura per una forte depressione, si è spezzato definitivamente nel pomeriggio di lunedì, quando i volontari della Protezione Civile di Rezzato hanno trovato il corpo senza vita.

La drammatica scoperta intorno alle 18 sulle colline che sovrastano la frazione di Virle, a Rezzato, dove la vittima si recava spesso per passeggiare. Il cadavere del 50enne è stato trovato in fondo a un dirupo nei pressi del Poggio San Martino. Dopo la chiamata al 112, sul posto si sono precipitate un'automedica - per l'uomo non c'era però più nulla da fare -  e una pattuglia dei Carabinieri.

Stando ai primi accertamenti effettuati dal medico legale, il 50enne sarebbe morto per i diversi traumi riportati durante una rovinosa caduta. L'ipotesi più accreditata è quella del suicidio, ma - al momento - non sarebbero escluse altre piste.  Sul corpo non sarebbero stati riscontrati segni riconducibili a un'aggressione, ma per fugare ogni dubbio nelle prossime potrebbe essere disposta l'autopsia. La notizia si è diffusa rapidamente in paese, dove l'uomo era molto conosciuto. Lascia la moglie e due giovani figlie. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento