rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Rezzato

Una famiglia distrutta: stroncato da un malore, muore a pochi mesi dal papà e dal fratello

Rezzato piange Valerio Bollin: ucciso da un infarto a 69 anni. Nei mesi scorsi aveva dovuto affrontare la morte del fratello Ermanno e del padre Alessandro: entrambi stroncati dal coronavirus.

Una famiglia che non conosce pace. Dolore che si aggiunge al dolore causato dalla pandemia da Coronovirus. Rezzato piange ancora un membro della famiglia Bollin, già distrutta dalla furia del Covid-19. A pochi mesi dalla morte del fratello minore Ermanno e del padre Alessandro, anche il cuore di Valerio Bollin ha smesso per sempre di battere.

Ucciso da un malore improvviso a 69 anni, si è spento in un letto dell'ospedale Civile di Brescia. Colpito da un attacco cardiaco venerdì mattina, mentre si trovava nella sua abitazione di Rezzato, era stato rianimato dai sanitari del 118 e poi trasferito al Civile di Brescia in eliambulanza. Le sue condizioni, già gravissime, sarebbero precipitate poche ore dopo il ricovero: nonostante i disperati sforzi dei medici, il cuore del 69enne non ha più ripreso a battere.

Lo scorso maggio tutto il paese si era stretto attorno a lui: in pochi mesi aveva dovuto affrontare tre lutti. La morte della madre, avvenuta prima dell’inizio dell’epidemia, poi quella del fratello Ermanno - storico agente della Polizia Provinciale - e infine il padre Alessandro, entrambi vittime del Covid-19. Un dolore davvero troppo forte da sopportare. 

Profondo il cordoglio dei rezzatesi. In molti hanno ricordato il 69enne su Facebook “per la squisita gentilezza e per il dolce sorriso " e tantissimi sono i messaggi di condoglianze e le testimonianza di vicinanza ai familiari dell'uomo, che lascia nel dolore la moglie Piera e i figli Paolo e Sara. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una famiglia distrutta: stroncato da un malore, muore a pochi mesi dal papà e dal fratello

BresciaToday è in caricamento