rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Rezzato

Rapina a mano armata in tabaccheria: colpo da migliaia di euro

Pistola puntata in faccia al tabaccaio

Rapina a mano armata alla tabaccheria Sberna di Rezzato. Una coppia di malviventi dal volto coperto e dall'accento bresciano ha fatto irruzione nella bottega di Via Scalabrini impugnando una pistola: uno dei due l'ha puntata al volto di Paolo, 33 anni, per farsi consegnare soldi, gratta&vinci e sigarette. I ladri si sono dati alla fuga con un bottino da migliaia di euro.

La rapina

Tutto è successo martedì pomeriggio poco prima delle 15.30. I rapinatori avrebbero atteso l'uscita di un cliente per poter agire indisturbati: solo loro e il titolare. Alla vista della pistola il giovane tabaccaio non ha potuto fare altro che alzare le mani e obbedire agli ordini. I malviventi hanno svuotato la cassa - all'interno poche centinaia di euro - e si sono fatti consegnare più di 3mila euro di gratta&vinci e alcune stecche di sigarette.

I precedenti

Poi, come detto, la fuga. Di quanto accaduto sono già state allertate le forze dell'ordine: le indagini sono state affidate ai carabinieri di Rezzato, già intervenuto per rilievi e approfondimenti. E' la quarta volta che la stessa tabaccheria viene rapinata: per tre volte dietro il bancone c'era Carmela Sberna, la zia di Paolo. In una drammatica occasione venne anche picchiata e ricoverata in ospedale per le botte subite.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a mano armata in tabaccheria: colpo da migliaia di euro

BresciaToday è in caricamento