menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Correte, c'è una sparatoria!": arrivano i carabinieri ma è tutto inventato

La segnalazione di una sparatoria è arrivata giovedì notte dal campo rom di Rezzato: sul posto si sono precipitati i carabinieri, che però non hanno trovano tracce né di bossoli né di feriti

La segnalazione arriva poco prima della mezzanotte di giovedì, ancora dal campo rom di Rezzato, teatro martedì notte di un regolamento di conti. Il contenuto della chiamata al 112, sempre lo stesso: "Correte, c'è una sparatoria in corso!", avrebbe detto chi ha lanciato l'allarme.

Sul posto accorrono i Carabinieri di Brescia e Rezzato, accompagnati dalle ambulanze. L'allarme rientra però in pochi minuti: non ci sono feriti e nessun indizio che possa lasciar pensare a una sparatoria. A terra non c'è alcun bossolo, nemmeno di una pistola a salve. La situazione all'interno del campo pare anche essere piuttosto tranquilla: a differenza di quanto accaduto lo scorso martedì (quando furono esplosi alcuni colpi da una scacciacani per allontanare un gruppo rivale e in cui rimase ferito un 17enne), non ci sarebbe stata alcuna colluttazione.

L'ipotesi più plausibile è che l'allarme sia stato lanciato proprio per liberarsi velocemente di un'altra banda rivale, che si sarebbe nuovamente presentata alle soglie del campo di Rezzato. Chi ha chiamato il 112, pare una donna, avrebbe raccontato di una sparatoria proprio per velocizzare l'intervento e costringere gli 'intrusi' a darsela a gambe, prima dell'arrivo delle forze dell'ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento