Cronaca

Finisce il lockdown, prostituta attende l'ondata di clienti: 400 euro di multa

È successo a Rezzato, la giovane donna è stata fermata e sanzionata dalla Locale. Il suo lavoro, ovviamente, non rientra in quelli autorizzati dal nuovo Dpcm

Foto d'archivio

Si aspettava di guadagnare parecchio e invece sarà lei a dover aprire il portafogli per pagare una sanzione salata.  È andata malissimo a una giovane prostituta che lunedì sera, finito il lockdown, ha pensato di tornare ad esercitare il suo mestiere lungo la ex Provinciale che attraversa Rezzato. La donna, una 21enne di origine rumena, si aspettava un’ondata di clienti, dopo i due mesi di ‘clausura’ per contenere l’epidemia di Coronavirus.

Invece nelle ore trascorse ai margini di via Garibaldi ha incontrato solo gli agenti della polizia Locale di Rezzato. La 21enne, il cui mestiere era ben noto ai vigili, non ha certo potuto provare che la sua uscita era giustificata da comprovate esigenze lavorative. “Ho visto che c’erano già un po’ di auto e pensavo di guadagnare dei soldi”, avrebbe spiegato. Una motivazione che ovviamente non rientra in quelle consentite. Inevitabile quindi la sanzione, da 400 euro, prevista per chi non osserva le regole del Dpcm.

La 21enne sperava forse in un allentamento dei controlli, ma non aveva fatto bene i suoi calcoli. Anche durante la Fase 2, le strade, come le aree verdi del paese, saranno costantemente controllate dalla Polizia locale, che dall’inizio di maggio può contare anche su due agenti in più che si aggiungo ai 10 già in servizio. Un incremento che consentirà di garantire tre turni per 5 giorni a settimana, con un pattuglia operativa per altrettante sere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce il lockdown, prostituta attende l'ondata di clienti: 400 euro di multa

BresciaToday è in caricamento