menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le sequestrano l'auto, poi il vigile l'accompagna in ospedale per la visita

Una bella storia di solidarietà: un agente della Polizia Locale si è offerto di accompagnare una donna (a cui era stato sequestrato il mezzo) per una visita in ospedale

L'hanno fermata sulla strada che da Rezzato porta a Brescia, lei era alla guida di un veicolo con l'assicurazione scaduta: la donna ha ammesso di essersene dimenticata, di aver ricevuto anche l'avviso di pagamento ma di non aver ottemperato a causa dei suoi problemi di salute. Inevitabile comunque, oltre alla multa, il sequestro dell'autovettura.

Ma la storia è appena cominciata, raccontata sulle pagine del Giornale di Brescia. Gli agenti della Polizia Locale di Rezzato, che per ovvi motivi hanno posto sotto sequestro il mezzo (la legge è pur sempre la legge) l'hanno poi accompagnata alla visita oculistica che aveva prenotato da mesi.

La donna infatti vive da sola: è stata fermata sabato pomeriggio, agli agenti ha detto di non avere nessuno che avrebbe potuto accompagnarla. E così con grande senso civico, con un gesto che non capita spesso, uno degli uomini in servizio a Rezzato ha deciso di accompagnarla di persona, il lunedì successivo, durante il suo giorno di riposo.

Una bella storia di solidarietà, che fa bene al cuore: l'agente gentile, dopo averle dato un passaggio in ospedale (aspettando che terminasse la visita per riportarla indietro) si è offerto pure di accompagnarla al comando, dove la donna ha potuto anche dissequestrare la sua auto (dopo ovviamente aver saldato il conto con l'assicurazione).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento