rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca Rezzato

Strage di ragazzi, un tratto 'maledetto': lì avevano già perso la vita due donne

Il ricordo di un'altra tragedia, meno di 7 anni fa: esattamente nello stesso punto

Ormai non si contano più gli incidenti, e nemmeno le vittime, lungo la tratta di Ss45bis che dalla periferia della città arriva alla Valsabbia e al lago di Garda. Solo sabato scorso si è consumata l'ultima tragedia, forse la più grave di sempre, in cui hanno perso la vita ben 5 ragazzi: la più giovane, Irene Sala, aveva soltanto 17 anni. Poi tra i 19 e i 20 anni: Imad El Harrami, Dennis Guerra e Imad Natiq. Infine Salah Natiq, il ragazzo che era alla guida (22 anni).

Stavano andando verso Brescia a bordo della Volkswagen Polo che gli era stata prestata da un amico. In territorio di Rezzato, subito dopo una lunga curva, la vettura ha invaso la corsia opposta di marcia e ha centrato in pieno un autobus (vuoto) che viaggiava in direzione opposta. Schianto inevitabile, e purtroppo fatale: tutti morti, sul colpo.

Il dramma di Claudia e Rossella

Esattamente nello stesso punto, metro più o metro meno, meno di sette anni fa si era consumata un'altra tragedia. In quell'occasione – era il 22 novembre del 2015 – persero la vita Claudia Dhieux, 22 anni, e Rossella Bassan, 41: quest'ultima era la mamma di un bimbo di appena 1 anno, miracolosamente sopravvissuto al pauroso incidente. Le due giovani donne vennero soccorse che ancora respiravano, trasferite d'urgenza in ospedale e qui morte, meno di 24 ore più tardi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di ragazzi, un tratto 'maledetto': lì avevano già perso la vita due donne

BresciaToday è in caricamento