Cronaca

Monossido tra le mura di casa: neonato e la sua sorellina portati al Civile

Tragedia sfiorata mercoledì pomeriggio in una palazzina di Rezzato: ricoverati in ospedale un bimbo di 3 mesi e una bambina di 2 anni

Foto d'archivio

Tanta paura mercoledì pomeriggio in Via De Gasperi a Rezzato: è qui che è stata fatta evacuare un'intera famiglia – mamma, papà e due figli piccoli – a causa di una fuga di monossido di carbonio. Ancora una volta, si è rischiata la tragedia. L'allarme è stato lanciato intorno alle 16.30: sul posto ambulanza, automedica e vigili del fuoco.

Il primo a stare male è stato un bimbo poco più che neonato, di appena 3 mesi: ha cominciato a tossire e vomitare, scatenando la preoccupazione dei genitori anche per la figlia, una bimba di soli 2 anni. Gli accertamenti dei soccorritori hanno confermato l'elevata concentrazione di monossido: i familiari se ne sono accorti appena in tempo.

La buona notizia è che i due bambini sono in pericolo. Sia il piccolo, che ha inalato una grande quantità del 'killer silenzioso', sia la sorellina più grande sono stati accompagnati in ospedale, in via precauzionale. I genitori sono stati invece controllati sul posto. La casa, al piano terra di una palazzina, al momento è stata dichiarata inagibile: i proprietari dovranno intervenire con una manutenzione straordinaria degli impianti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monossido tra le mura di casa: neonato e la sua sorellina portati al Civile

BresciaToday è in caricamento