rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Rezzato

Timbravano in Comune, ma lavoravano in privato: arrestati due artigiani

Furbetti del cartellino anche a Rezzato: arrestati due dipendenti comunali che utilizzavano pure i mezzi del municipio per fare altri lavori, da un'altra parte

Come detto è stato un residente a segnalare la cosa, dopo aver verificato il reiterarsi dell'illecita situazione. Timbravano e uscivano, e in diverse occasioni si sarebbero fatti aiutare da un terzo complice, che timbrava per loro quando i due erano lontani, fuori tempo massimo insomma per il rientro.

Sono stati arrestati lunedì pomeriggio dalla Polizia Locale, in flagranza di reato: sono stati beccati mentre si stavano allontanando dalla casa di una signora per cui avevano appena portato a termine qualche lavoretto. Davanti agli agenti, e all'evidenza dei fatti, hanno subito ammesso le loro colpe.

Oltre alle accuse di false attestazioni dovranno rispondere anche dell'accusa di peculato. Pare infatti che i due operai del Comune di Rezzato abbiano indebitamente utilizzato la carta carburante messa a disposizione dei dipendenti comunali, per fare il pieno di benzina alle loro autovetture personali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Timbravano in Comune, ma lavoravano in privato: arrestati due artigiani

BresciaToday è in caricamento