rotate-mobile
Cronaca Castenedolo

Prima il sorpasso, poi la fuga: si schiantano mentre scappano dai carabinieri

Un arresto e due denunce: è il bilancio del folle inseguimento

Il folle inseguimento di martedì pomeriggio è durato quasi un'ora, dalla tangenziale di Rezzato fino alla periferia di Castenedolo, in località Macina (la Masna): è qui che dopo l'ennesimo incidente - ma decisivo: auto distrutta contro un palo - i tre occupanti della Mini in fuga hanno provato a scappare anche a piedi, ma sono stati raggiunti da Carabinieri e Polizia Locale. Per il giovane alla guida è scattato l'arresto, anche per resistenza: i due che erano con lui sono invece indagati in stato di libertà.

La cronaca del folle inseguimento

I protagonisti dell'incredibile vicenda sono tre giovani che abitano a Mazzano. Sono stati intercettati ancora sulla Ss45bis, a Rezzato, a causa di un sorpasso azzardato (e vietato): ma non si sono fermati all'alt della Polizia Locale, e da qui è cominciato l'inseguimento che ha coinvolto anche uomini e mezzi dei carabinieri di Brescia, Castenedolo e Rezzato.

La vettura in fuga - una Mini ultimo modello, risultata poi essere a noleggio - ha preso cordoli e marciapiedi, proseguendo la sua corsa nonostante i danni patiti, fino appunto all'ultimo schianto, contro un palo in cemento, completamente distrutta. Illesi i tre ragazzi a bordo, meglio per loro: ma ora dovranno fare i conti con la giustizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima il sorpasso, poi la fuga: si schiantano mentre scappano dai carabinieri

BresciaToday è in caricamento