menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le scritte sul pavimento del bar (Fonte: Facebook)

Le scritte sul pavimento del bar (Fonte: Facebook)

Vetrina rotta, svastiche e insulti alla titolare: raid razzista in un bar bresciano

Succede a Rezzato, al Bar Casablanca gestito da una ragazza nata in Italia ma di origine marocchina.

Un raid razzista nella notte precedente il giorno della memoria: infranta la vetrina di un bar, è stato imbrattato il pavimento con offese sessiste e razziste rivolte alla titolare e una svastica disegnata al contrario. Nel mirino di ignoti vandali è finito il bar Casablanca di Rezzato, gestito da una 36enne nata in Italia ma di origine marocchina. 

A scoprire quanto accaduto è stata la stessa titolare: svegliata in piena notte dall'allarme, collegato al suo telefono, è corsa al locale, trovandosi di fronte uno scenario inquietante.

La vetrina era stata sfondata e sul pavimento campeggiava l'enorme e ingiuriosa scritta: "Negra Troia", accompagnata dalla svastica. Il grave episodio, su cuoi indagano i carabinieri, è stato denunciato sulla pagina Facebook "Rezzato Democratica" in un lungo post. 

"Durante la scorsa notte ignoti si sono introdotti in un bar di Rezzato sfondando le vetrine e imbrattando i pavimenti con segni e scritte ingiuriose rivolte alla titolare. Segni che stridono con la giornata di oggi dedicata alla memoria delle vittime della Shoah e delle tremende conseguenze del razzismo innalzato a ideologia. Vogliamo esprimere tutta la nostra vicinanza alla titolare condannando con nettezza questo atto vile e razzista. Siamo convinti che le Forze dell’Ordine sapranno individuare al più presto i responsabili perché questo gesto violento non resti impunito."
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento