Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Le lacrime per Antonio, storico vigile di Rezzato: “Un uomo buono, esempio per tutti”

Antonio Venturelli è morto lunedì in un letto del reparto di Ematologia e Neurochirugia del Civile di Brescia, lottava da molti anni contro un tumore. Decine i messaggi d'addio lasciati su Facebook dai cittadini di Rezzato, che lo ricordano per l'immensa bontà e la profonda umanità

REZZATO. Una vita al servizio della propria comunità, quella rezzatese, sempre con il sorriso sulle labbra e le mani tese verso chi gli chiedeva aiuto. Antonio Venturelli, storico vigile urbano del comune alle porte di Brescia, si è spento lunedì, in un letto del reparto di Ematologia e Neuorochirugia del Civile di Brescia.  

Aveva 67 anni e da molto tempo lottava contro un tumore, qualche giorno fa le sue condizioni erano improvvisamente precipitate ed era stato ricoverato d'urgenza: martedì un ictus lo ha strappato all'affetto della moglie Isabella e dei figli Anna e Luca e della comunità che non lo ha mai dimenticato.

Molti i messaggio d'addio lasciati sulla pagina Facebook “Sei di Rezzato se”: “Resterai un grande esempio per tutti!” scrive Deborah. Un uomo buono, sensibile e disponibile, tanto da guadagnarsi il soprannome di “Faccia d'angelo” , così l'intera comunità ricorda Antonio, che ha indossato la divisa da agente della municipale per quasi trent'anni.

Antonio preferiva le raccomandazioni alle sanzioni ed era contro ogni forma di violenza, tanto che quando l'arma di servizio è diventata obbligatoria anche per la polizia municipale lui si era rifiutato di portarla,  si racconta in paese. 

Un lutto sincero e profondo quello della comunità rezzatese, che dirà addio al suo vigile buono alle 14.30 di domani, mercoledì 20 aprile, nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le lacrime per Antonio, storico vigile di Rezzato: “Un uomo buono, esempio per tutti”

BresciaToday è in caricamento