rotate-mobile
Cronaca

Molestie alla barista: arriva il marito e spara all'uomo sbagliato

Sparatoria all'alba al bar del distributore

Attimi di follia all'alba di domenica nell'area di servizio IP di Via Nazionale a Revere, municipio di Borgo Mantovano: un uomo di 38 anni - A.R. le sue iniziali: è già stato arrestato - ha esploso un colpo di pistola, ferendo gravemente un 40enne di origini rumene convinto fosse la stessa persona che poco prima aveva molestato la barista (sua moglie). Niente di più sbagliato: il 40enne indossava una tuta da lavoro, come il presunto molestatore, e faceva parte (si presume) della stessa compagnia. Ma per il resto non c'entrava nulla.

Tutto è successo intorno alle 6.30. E' a quell'ora che il marito, adirato e armato di pistola (seppure senza porto d'armi), si sarebbe presentato al locale con l'intento di farla pagare a chi solo poco prima avrebbe molestato la moglie. La donna, finito il turno, non appena tornata a casa avrebbe riferito delle molestie e descritto nei dettagli il presunto aggressore.

La sparatoria al bar

Il 38enne, tornato al bar, ha estratto l'arma e ha sparato: sbagliando persona. Panico e paura: in pochi minuti sul posto due gazzelle dei carabinieri, oltre ad ambulanza e automedica che hanno medicato il ferito, con lesioni alla gamba e un colpo di pistola nel polpaccio. Trasferito in ospedale a Pieve di Coriano, non è in pericolo di vita. 

Il 38enne protagonista della sparatoria si sarebbe invece costituito in caserma, ammettendo le sue responsabilità: è stato arrestato per lesioni aggravate ma non si esclude il tentato omicidio. Verrà indagato anche per il porto abusivo d'armi. Già noto alle forze dell'ordine, ha precedenti per rapina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie alla barista: arriva il marito e spara all'uomo sbagliato

BresciaToday è in caricamento