Video 'hot' diffusi dall'ex fidanzato: licenziata per "danno d'immagine"

Il datore di lavoro sostiene di aver ricevuto continue telefonate: si tratterebbe di 'scherzi' crudeli nei confronti della vittima di "revenge porn"

Licenziata per danno d'immagine: dopo l'umiliazione di aver visto i suoi video privati girare sulle chat di mezza Italia, la 40enne bresciana vittima di "revenge porn" è stata persino licenziata da uno degli studi per cui lavorava.

Stando a quanto trapelato finora, il datore sostiene di aver ricevuto continue telefonate, durante le quali sarebbero stati richiesti appuntamenti con la professionista, ma senza motivo alcuno e senza lasciare un recapito telefonico. Si tratterebbe dunque di 'scherzi', spietati e crudeli, nei confronti della 40enne che già sta vivendo un momento terribile. 

Revenge porn: cos'è successo

Sono tre principali indagati, l'ex compagno e altri due amici: rischiano da un minimo di pochi mesi a un massimo di 6 anni di carcere per “revenge porn”, ovvero la diffusione illecita di immagini o di video sessualmente espliciti (che in Italia è reato penale dalla scorsa estate). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcune riprese “hot” della 40enne sono state diffuse in lungo e in largo, in Italia e non solo, a partire dalle prime condivisioni dell'uomo con cui aveva avuto una relazione e dei suoi amici. Una “catena” di almeno altre 20 persone, tutte denunciate dalla vittima per aver condiviso i video incriminati. E tra loro ci sarebbero anche rappresentanti delle forze dell'ordine, carabinieri e polizia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento