Precipita nel vuoto per 100 metri, sotto gli occhi degli amici: chi era la vittima

Aveva solo 38 anni Renzo Viganò, l'ennesima vittima delle montagna bresciane: morto lunedì mattina sulla Concarena

Aveva 38 anni Renzo Viganò, l'ennesima vittima delle montagne bresciane: è precipitato nel vuoto per più di 100 metri, sbattendo la testa e la schiena più e più volte sulle rocce. Una circostanza che non gli ha lasciato scampo: come accertato in ospedale, è morto sul colpo. Troppo gravi le ferite riportate, troppo violente le botte subite. Tutto questo sotto gli occhi attoniti dei due amici che erano con lui.

La notte al rifugio, poi la Concarena

Originario di Cantù, in provincia di Como, Renzo Viganò aveva passato la notte al rifugio Baita Iseo, appunto insieme ai due amici. Tutti e tre alpinisti esperti, avevano già affrontato salite e discese difficili e impegnative, scalando ferrate e pareti di ghiaccio. Sarebbero dovuti rimanere per tutto il giorno lungo il massiccio della Concarena.

Sono partiti alle 5, che ancora era buio. E' intorno alle 7 che si è consumata la tragedia: Viganò avrebbe messo un piede in fallo, scivolando sul terreno forse per via dell'erba ancora bagnata. E' bastato questo per precipitare nel vuoto, all'imbocco della via Cassin, sopra Ono San Pietro. Un volo di oltre 100 metri. Irrimediabilmente fatale.

Il corpo recuperato con il verricello

Sono stati gli amici a lanciare l'allarme al 112. La centrale operativa ha inviato sul posto l'elisoccorso di Brescia, con il supporto del Soccorso Alpino. Il corpo senza vita di Viganò è stato individuato in un burrone, e recuperato con un verricello: la salma è stata ricomposta all'ospedale di Esine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non ci sarà bisogno dell'autopsia, dopo i primi e decisivi accertamenti medico-legali. E' toccato ai familiari, come da prassi, effettuare il riconoscimento sul corpo. La magistratura ha già dato il nulla osta alla sepoltura. A breve saranno organizzati i funerali. Sotto shock gli amici che erano con lui: sono già tornati a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si sente male in casa, sotto gli occhi della moglie: morto storico ristoratore

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento