Pizzicato mentre spaccia in pieno centro, ingoia ovulo di cocaina

Il pusher, un 44enne marocchino, ha anche ingaggiato una colluttazione con i carabinieri che lo hanno individuato: è finito in manette e ora è ai domiciliari

REMEDELLO. Lo hanno pizzicato in flagrante, mentre tentava di vendere una dose di cocaina ad un giovane del posto tra via Roma e la piazza principale del paese. Un arresto concitato, avvenuto sotto gli occhi dei passati: il pusher, un 44enne marocchino già note alle forze dell'ordine, ha tentato in ogni modo di fuggire e quando è stato bloccato dai militari della locale stazione ha reagito con violenza. 

Proprio durante quei movimentati attimi l'uomo, che aveva già scontato una condanna agli arresti domiciliari, ha ingoiato l'ovulo di cocaina. Una volta ammanettato, il marocchino è stato portato all'ospedale di Manerba, dove i medici gli hanno somministrato dei farmaci antagonisti per neutralizzare l'effetto della sostanza.

Processato per direttissima - spaccio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale i capi d'accusa - il 44enne è stato condannato a tre anni e tre mesi di arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento