menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Caos alla fermata del bus: pullman preso a calci, autista minacciato da alcuni studenti

L'episodio venerdì a Remedello, alla fermata di via Avis. La denuncia di un autista: 'La situazione è insostenibile'

Si sono scagliati contro la fiancata di un bus dell' Apam, danneggiando a suon di calci la porta anteriore e la paratia del motore, poi se la sarebbero pure presa con l'autista, minacciando di fargli del male.  A denunciare l'episodio, ancora da chiarire, è stato il conducente del mezzo pubblico.

Tutto sarebbe accaduto venerdì alla fermata di via Avis di Remedello: protagonisti del folle gesto alcuni studenti appena usciti da scuola. Stando a quanto raccontato dal Giornale di Brescia, l'autista avrebbe suonato il clacson per far spostare i giovani che occupavano la sede stradale e raggiungere la fermata. A quel punto qualcuno se la sarebbe presa con la carrozzeria, accusando il conducente del bus di aver urtato degli studenti durante la manovra.

Attimi di caos e tensione: l'autista non ha potuto fare altro che allertare il 112, che ha inviato sul posto i carabinieri. Ma all'arrivo dei militari di Desenzano i ragazzi non c'erano già più: avevano già preso un altro autobus per tornare a casa.

Un episodio inquietante e, pare, non isolato. Stando a quanto raccontato dall'autista, vicende simili si verificherebbero molto spesso, tanto da definire la situazione insostenibile e chiedere l'avvio di un tavolo tecnico con i dirigenti degli istituti scolastici della zona, le forze dell'ordine e i rappresentati sindacali di categoria.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento