menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tav: in regione si discute per salvare le uve del Lugana

Continuano le audizioni, in Consiglio regionale, per studiare una soluzione che salvaguardi il vino "Lugana doc" dalla costruzione della Tav. Girelli: "Subito una nuova audizione, ma con tutti gli interlocutori"

Dopo l’incontro di oggi, continueranno le audizioni, in Consiglio regionale, per studiare una soluzione che non scontenti nessuno e tuteli il territorio del vino "Lugana doc" dal passaggio della Tav.

Su richiesta bipartisan, gli interlocutori territoriali saranno ascoltati, in audizione congiunta, non solo dall’VIII Commissione agricoltura, ma anche dalla V Territorio.

Oggi erano presenti Coldiretti, Confagricoltura, Cia e Copagri Lombardia, assieme al Consorzio per la tutela del "Lugana doc". “Nel prossimo incontro è importante che ci siano, assieme alle associazioni di categoria, anche le istituzioni – ha detto Gian Antonio Girelli, consigliere regionale del Pd –, ovvero Comuni e Provincia di Brescia, ma anche la Provincia di Mantova. Inoltre, è bene aprire un tavolo di confronto pure con Verona, e quindi con la Regione Veneto, e coinvolgere i rispettivi parlamentari”.

Invitati che secondo Girelli sono fondamentali: “A Desenzano, il 23 luglio scorso, si è tenuta una riunione congiunta e trasversale con tutti i soggetti interessati, gli amministratori del territorio e i parlamentari del bresciano – ha ricordato nell’audizione di oggi il consigliere Pd –. E tutti, in maniera bipartisan, si sono trovati d’accordo nel dire che il progetto ha bisogno di una revisione, nonostante il tracciato sia già stato adottato negli strumenti urbanistici di Provincia e Comune".


"Ma si è anche detto - ha poi concluso - che, poiché i passaggi importanti, come il vaglio del Cipe, devono ancora avvenire, si può ancora intervenire. E’ chiaro che quando si ipotizzano decisioni che coinvolgono anche altri territori – ha aggiunto Girelli –, vanno coinvolti anche quegli interlocutori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento