Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Mega rave party abusivo nella cascina abbandonata: sgomberati oltre 600 ragazzi

Centinaia di giovani e giovanissimi - provenienti anche dal Bresciano - hanno preso parte al maxi raduno andato in scena lo scorso weekend a Soave di Porto Mantovano

Durante lo scorso weekend, i carabinieri sono intervenuti  in una cascina disabitata a Soave di Porto Mantovano dov’era in corso un rave party organizzato illegalmente, al quale stavano partecipando circa seicento giovani provenienti da tutta Italia - tanti anche dalla provincia di Brescia-  e dall'estero.

La loro presenza non è passata inosservata: una pattuglia del radiomobile di Mantova ha monitorato la situazione a distanza fin dalle fasi dei preparativi, seguendo l'arrivo di centinaia di giovani. La festa è finita poco dopo l'inizio: sul posto sono accorse le pattuglie di Bigarello, Porto Mantovano e Borgo Virgilio, oltre ad alcuni ufficiali e sottoufficiali del comando provinciale di Mantova, la polizia e pure la Guardia di Finanza.

Una maxi -operazione che ha impegnato anche il questore di Mantova e il colonnello dei carabinieri Carmelo Graci: centinaia i ragazzi che sono stati controllati, mentre tutti gli organizzatori della rave sono stati identificati. Laddove emergeranno delle violazioni al codice penale, i militari provvederanno a inviare una segnalazione alla Procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mega rave party abusivo nella cascina abbandonata: sgomberati oltre 600 ragazzi

BresciaToday è in caricamento