In centinaia al parco (protetto) per la festa non autorizzata

Denunciati gli oltre 200 ragazzi che sabato notte hanno partecipato al rave non autorizzato al Parco Oglio Nord, in una zona tra l'altro protetta. Sul posto pattuglie di Carabinieri, Forestale, Polizia e Finanza

Fonte: screenshot AnsaLive

Immancabili come la calura estiva i rave party abusivi e non autorizzati nelle campagne lombarde. Ogni tanto accade anche a Brescia e Bergamo: e proprio nella bergamasca, nel Parco Oglio Nord in territorio di Calcio, i Carabinieri sono intervenuti per ‘placare’ più di 200 giovani ravers, nella notte tra sabato e domenica.

La festa sarebbe cominciata poco più tardi della mezzanotte, per poi proseguire fino alla mattina. Nella notte l’intervento congiunto di Carabinieri e Corpo Forestale dello Stato, in ‘campo’ essendo il Parco considerata zona protetta e di tutela.

Un’aggravante nel lungo elenco di denunce che toccheranno i 200 giovani intercettati dalle forze dell’ordine. Sul posto anche la Guardia di Finanza, la Polizia Stradale e Locale. Oltre all’uso e consumo di sostanze stupefacenti, o alla guida in stato di ebbrezza, i partecipanti al rave sono stati denunciati anche per invasione di terreni e per abbandono di rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento