menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rave illegale, due giorni di musica a tutto sballo: giovani bresciani nei guai

Tra gli organizzatori della festa non autorizzata, che ha attirato migliaia di ragazzi, ci sarebbero due bresciani.

Rave party nel Cremasco, ovviamente abusivo: sono arrivati in migliaia da tutto il Nord Italia, ma pure dalla Francia. Due giorni di musica ad altissimo volume - da sabato notte a lunedì pomeriggio- che ha disturbato la quiete degli abitanti di Offanengo. Una festa che, stando a quanto ricostruito dalla polizia di Crema, ha un’anima bresciana: anche la nostra provincia era stata presa in considerazione per il rave party e due degli organizzatori sono bresciani.

Proprio a loro sarebbero intestati i camion usati per allestire la festa e pure le attrezzature necessarie per riprodurre la musica a tutto volume. Sono stati identificati, insieme ad altri tre organizzatori, alla fine del rave e per loro sono scattate le denunce.

Invasione di terreni ed edifici, disturbo del riposo della quiete delle persone, danneggiamento e spettacolo senza licenza: queste le accuse di cui devono ora rispondere. Nei guai anche due ragazzi francesi: sono accusati di aver danneggiato un distributore di carburanti. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento