Cronaca

Rapinavano 5 supermercati al giorno: bottino da un milione di euro

In manette sei rumeni tutti riconducibili alla "banda del carrello", un'organizzazione di rapinatori che colpiva almeno 4 o 5 supermercati lungo tutta la dorsale del Nord Italia, Brescia compresa

La chiamavano “la banda del carrello”, ma a sentirla così pare più un eufemismo. E invece si trattava di un gruppo di malviventi organizzatissimi, che operavano in tutta Italia colpendo in particolare supermercati e centri commerciali, e che tra il 2013 e il 2014 hanno fatto man bassa per un bottino superiore al milione di euro.

Sono finiti in manette sei rapinatori, tutti di origini rumene, di età compresa tra i 26 e i 46 anni: sono stati arrestati a Milano a seguito di un ‘ciclo’ di indagini che perdurava da mesi, tra pedinamenti e intercettazioni, riprese e filmati, telecamere di videosorveglianza e testimoni.

Lavoravano a piccoli gruppi: selezionavano i supermercati da ripulire, colpivano almeno quattro o cinque al giorno nelle principali città del Nord. Bologna e Piacenza, Torino e Milano, ovviamente anche Brescia e i suoi ampi spazi commerciali.

Avanti e indietro, dall’Italia alla Romania, sottraendo prodotti di ogni genere, con una predilezione per quelli più costosi, e più appetibili. Sono stati finalmente arrestati, dalla Polizia milanese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinavano 5 supermercati al giorno: bottino da un milione di euro

BresciaToday è in caricamento