Bottiglie e machete, rapine shock in strada e al parco: arrestati 5 giovani

Presi dai carabinieri e dalla polizia i cinque giovani rapinatori che lo scorso anno terrorizzavano i coetanei, per strada e al parco. Tutti i dettagli

Machete sequestrato dai carabinieri (foto d'archivio)

Per il giudice che ne ha disposto l'arresto si comportavano con “estrema brutalità”: quando poi erano tutti insieme inscenavano una “preoccupante esibizione di forza di gruppo”, che si è tradotta nei vari episodi in botte e minacce, anche di morte, rapine e ferite da arma da taglio. Sono stati tutti individuati, e arrestati: si tratta di cinque giovani stranieri, quattro indiani e un pakistano, di età compresa tra i 20 e i 24 anni, già trasferiti in carcere a Canton Mombello accusati a vario titolo di rapina aggravata, minacce, porto abusivo di armi, false attestazioni. Uno di loro è stato beccato mentre cercava di fuggire alla giustizia, a bordo di un pullman diretto a Genova.

Cinque in manette

Non più molto baby, ma davvero “gang”. E' questa la definizione del gruppo di giovani rapinatori a cui in particolare vengono contestati due episodi di violenza alla “Arancia meccanica”, lo scorso anno a Brescia. Il primo il 15 aprile del 2018, per cui erano intervenuti i Carabinieri, il secondo alla metà di luglio, con l'intervento della Polizia di Stato. Le indagini congiunte di polizia e carabinieri, coordinate dalla Procura, hanno permesso in pochi mesi di individuare, rintracciare e arrestare i componenti della banda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il primo episodio: rapinato con il machete

In pieno centro storico, 15 aprile 2018. Un ragazzo di origini indiane, da solo, viene avvicinato e minacciato dai primi due componenti della banda: gli intimano di consegnar loro il portafoglio, pena conseguenze ben peggiori. Lui riesce a divincolarsi, e prova a scappare: gli altri tre lo accerchiano e lo bloccano. In quel momento, in balia dei rapinatori, verrà colpito più volte, anche un coltello simile a un machete, e derubato di tutti i suoi averi. Verrà ricoverato alla Clinica Sant'Anna, vittima di multiple ferite da taglio e ferite lacerocontuse al cranio, dove sarebbe stato colpito anche con un bastone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Forti temporali nella notte, allerta meteo anche tra oggi e domani

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento