Cronaca Centro / Via Filippo Turati

Rapina a mano armanta: derubato un discografico

È susccesso nella tarda mattinata di venerdì a Brescia. I malviventi sono scappati con diversi orologi d'epoca. Sul caso indaga la Questura

Una pattuglia della polizia (immagine repertorio)

Pistole in pugno e volti coperti da una sciarpa. Così due malviventi hanno messo a segno una rapina nell’appartamento di un discografico Bresciano. È successo nel pomeriggio di venerdì, come riportato dal Giornale di Brescia. I malviventi sono scappati con numerosi orologi di pregio per un valore di circa 30mila euro.

Tutto è successo poco dopo mezzogiorno. Uno dei due malviventi — dopo aver forzato la porta metallica delle scale — ha suonato al campanello di casa del discografico. «Sono il figlio della vicina», avrebbe detto adducendo un problema. Quando l’uomo ha aperto la porta di casa si è trovato di fronte una pistola semiautomatica di grosso calibro.

È stato immobilizzato e minacciato. Poi i rapinatori hanno arraffato diversi orologi dalla cassaforte (che si trovava già aperta) e sono scappati. Sul caso indaga la questura di Brescia. Gli agenti del 113 sono intervenuti con la scientifica che ha eseguito i rilievi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a mano armanta: derubato un discografico

BresciaToday è in caricamento