rotate-mobile
Cronaca Centro / Piazza Tebaldo Brusato

Due rapine in poche ore, pugni in faccia alla vittima: ha solo 17 anni

Le indagini dei carabinieri hanno portato all'arresto di un ragazzo di appena 17 anni

Due rapine in poche ore: è il curriculum tutt'altro che lusinghiero del ragazzo di appena 17 anni (classe 2004) che nella notte tra sabato e domenica è stato arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Brescia, intervenuti solo poche ore prima in Piazza Tebaldo Brusato (con il supporto della Questura) per sedare una lite tra giovani, che in realtà era sfociata in rapina. Lo stesso ragazzo che aveva derubato un coetaneo è risultato essere l'autore di un'altra rapina, ai danni stavolta di un giovane classe 2006.

Per quanto riguarda la prima rapina, una volta identificata la vittima – un ragazzo del 2004 residente in città – i militari hanno ricostruito la dinamica: il 17enne era stato avvicinato da un coetaneo, in compagnia di alcuni amici, il quale prima l'avrebbe urtato e poi colpito al volto con un pugno, strappandogli la collanina in oro giallo che teneva al collo.

Arrestato in flagranza e trasferito in comunità

L'autore della rapina, fermato sul posto, è stato perquisito e trovato in possesso di tre catenine in oro, tra cui quella sottratta solo poco prima. Arrestato in flagranza di reato, è stato trasferito in comunità come disposto dall'autorità giudiziaria. Le ulteriori indagini, condotte nella notte, hanno consentito di accertare che il giovane arrestato, nelle ore precedenti, come detto si era reso responsabile di un'altra rapina.

Insieme ad alcuni complici, per il momento ancora ignoti, il 17enne aveva avvicinato un 15enne con il pretesto di chiedere il cambio di una banconota: in quel momento l'avrebbe aggredito sottraendogli sia lo smartphone che il portafoglio. La vittima avrebbe cercato di reagire ma sarebbe stata accerchiata e picchiata. Le indagini proseguono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due rapine in poche ore, pugni in faccia alla vittima: ha solo 17 anni

BresciaToday è in caricamento