Rapina in casa da incubo: donna legata e bendata dai ladri

Terribile vicenda a Riva del Garda, dove una pensionata è stata sequestrata e derubata dai ladri, fuggiti con oro e gioielli per un valore di 6000 euro. I fatti risalgono alla notte del 10 dicembre, ma gli arresti sono stati eseguiti venerdì a seguito di un'indagine dell'Unità operativa dei Carabinieri.

Prima di entrare in azione, i ladri hanno staccato la corrente, costringendo la signora ad aprire la porta di ingresso e a scendere nello scantinato. Appena uscita dalla porta, è stata aggredita dai malviventi, una coppia. L'hanno spinta sul divano per legarla e bendarla, poi l'uomo ha iniziato a rovistare per tutta la casa alla ricerca dei preziosi. Alla fine i due sono fuggiti, non prima di averla minacciata - intimandole di non muoversi - per avere il tempo di allontanarsi senza che la vittima potesse dare l'allarme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo pochi minuti, la signora si è tolta le bende e ha chiamato il 112. Grazie all'identikit fornito dalla donna, i carabinieri si sono subito messi alla ricerca di un 28enne cremonese residente ad Arco e rispondente alla descrizione (alle sue spalle precedenti per rapina), che - poco prima di mezzanotte - è stato rintracciato sotto casa.

"Le prime spiegazioni del giovane su come avesse trascorso la serata - spiegano i militari -  sono state subito verificate e smentite. Durante il controllo, inoltre, ha ricevuto una telefonata da una ragazza, con la quale si doveva incontrare".

All’appuntamento, però, alla fine ci sono andati i Carabinieri, che hanno trovato la giovane, 20enne del luogo e anch’essa già conosciuta dai militari, vicino al fiume Sarca. Dopo averla interrogata sul posto, i militari hanno deciso di perquisirne l'abitazione, dove sono state ritrovate delle bende identiche a quelle utilizzate nella rapina.

Il mattino successivo, con l’ausilio dei Vigili del Fuoco di Arco, sono stati recuperati quasi tutti i gioielli rubati, gettati nel Sarca proprio dove la ragazza era stata rintracciata. Come detto, nella giornata di venerdì sono stati eseguiti gli arresti, con custodia cautelare in carcere per il 28enne, mentre la complice è finita ai domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento