Cronaca

Terrore alle Poste: le punta un coltello alla gola e poi la chiude in bagno

Colpo riuscito (da 7mila euro) alle Poste di Ponte San Marco, Calcinato: la direttrice è stata minacciata con un taglierino e poi rinchiusa nel bagno

Il colpo è riuscito all'ufficio postale di Montichiari: armato di taglierino e con un cappuccio in testa, oltre che la mascherina, un giovane rapinatore (non ancora identificato) è riuscito a fuggire con un bottino di oltre 7mila euro. A tanto consisteva l'ammontare della cassaforte che la direttrice dell'ufficio di Ponte San Marco, teatro della rapina, ha dovuto consegnare al bandito prima di essere rinchiusa in bagno, con la forza.

+++ ULTIMO AGGIORNAMENTO +++

Nessuna rapina: la direttrice si era inventata tutto

Presa alle spalle e poi rinchiusa in bagno

Tutto è successo in pochi e concitati muniti, subito dopo l'orario di chiusura delle 13.30. La direttrice dell'ufficio, 45 anni, stava abbassando la saracinesca quando è stata sorpresa alle spalle. Con la lama alla gola, è stata costretta ad aprire la cassa e poi trascinata in bagno. Rinchiusa all'interno, è riuscita a liberarsi prendendo a calci la vetrata, ma è rimasta ferita: niente di grave, ma è stata comunque ricoverata in ospedale (in codice giallo).

Le indagini affidate ai carabinieri

Nel frattempo il rapinatore si era già dileguato. Facile immaginare che ci fosse un complice ad aspettarlo, a poca distanza. Le indagini sono state affidate ai carabinieri della Compagnia di Desenzano: al vaglio degli inquirenti le immagini (eventuali) delle telecamere di videosorveglianza installate in paese, oltre che dai varchi e dalla lettura targhe. Sono stati sentiti anche alcuni testimoni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrore alle Poste: le punta un coltello alla gola e poi la chiude in bagno

BresciaToday è in caricamento