Manerbio: rapina in negozio, minacce e pistola puntata

Nella tarda serata di sabato una rapina a mano armata al phone center (con annesso negozio di alimentari) di Via Solferino a Manerbio. Sulla vicenda indagano i Carabinieri

Rapina a mano armata al phone center di Via Solferino a Manerbio, nella tarda serata di sabato. Grande spavento per il titolare del negozio, un 38enne di origini pakistane, che sarebbe stato prima aggredito a parole e poi minacciato con l’arma in pugno.

Il rapinatore, probabilmente un suo connazionale, si sarebbe fatto consegnare l’incasso di giornata, prima di scappare a piedi facendo perdere le sue tracce in direzione del vicino polo scolastico. Ancora da quantificare il bottino, forse anche consistente: al negozio di telefonia e internet vi è infatti annesso un altro negozietto di alimentari.

I carabinieri non escludono che la pistola possa essere una riproduzione giocattolo, priva del tappino e la vernice rossa di riconoscimento, e che il malvivente già conoscesse la sua vittima. Si cerca allora di capire quale fosse il rapporto ‘umano’ tra i due, e se la rapina non possa nascondere un secondo movente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento