Cronaca

Carpenedolo: pistola alla testa, mattina da incubo alla LiDL

Malviventi in azione nella primo mattino di mercoledì: pistola alla testa nei confronti delle commesse del Lidl di Carpenedolo, poi rinchiuse in uno sgabuzzino. Furto da 15mila euro

Un incubo che sembrava davvero non finire mai. In balia di due rapinatori armati e incappucciati, che hanno fatto irruzione nel supermercato Lidl di Carpenedolo poco prima dell’orario di apertura, alle 7.30 circa di mercoledì mattina.

In ostaggio due cassiere, due dipendenti che sono state rinchiuse in uno sgabuzzino, mentre i due rapinatori cercavano di svuotare la cassaforte. Un lauto bottino, per circa un paio d’ore di lavoro: 15mila euro in contanti, poi ‘caricati’ in un borsone.

L’incubo è cominciato con una pistola puntata alla testa. Non appena una delle due donne ha aperto il portone di servizio, e si è trovata di fronte i due malviventi. Qualche minuto più tardi anche la seconda cassiera ha raggiunto il supermercato, è stata aggredita e rinchiusa.

Indagini in corso, da parte dei Carabinieri di Carpenedolo e Desenzano. I rapinatori potevano essere tre: due in azione nel supermarket, un altro in esterna a fare da palo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpenedolo: pistola alla testa, mattina da incubo alla LiDL

BresciaToday è in caricamento