Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Brescia 2 / Via Privata de Vitalis

Entra a scuola e semina il panico: studentesse prese a schiaffi

E' stato arrestato dalla Polfer il 30enne bresciano che martedì mattina ha seminato il panico tra i corridoi della Libera accademia di belle arti

Un giovane rapinatore bresciano, già noto alle forze dell'ordine, ha seminato il panico tra i corridoi del distaccamento di Via De Vitalis (in zona stazione ferroviaria) della Laba, la Libera accademia di belle arti di Brescia: si è intrufolato a scuola con ovvie cattive intenzioni, ha preso di mira tre studentesse e le ha derubate di zaino, cellulare e portafoglio.

All'ultima in particolare, che avrebbe provato a opporre resistenza, il 30enne ha rifilato uno schiaffone in faccia: tra grida e richieste di aiuto tutta la scuola si è mobilitata, e il rapinatore è dovuto scappare a piedi uscendo di nuovo sua Via De Vitalis, in direzione dei binari passando per Via Sostegno.

Qui però è stato intercettato dagli agenti della Polfer, la Polizia ferroviaria che era stata allertata da pochi minuti. Per lui sono scattate inevitabili le manette: addosso aveva lo zaino appena rapinato a una studentessa di 20 anni, poi il cellulare e il portafoglio rubati ad altre due ragazze.

Come detto era già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio e legati al consumo e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Non si esclude che anche il suo ultimo “blitz”, per fortuna andato male, non sia legato alla sua dipendenza dalla droga, alla necessità di trovare soldi per procurarsi una dose.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra a scuola e semina il panico: studentesse prese a schiaffi

BresciaToday è in caricamento