Cronaca Piazza Giuseppe Mazzini, 16

Pontevico: rapina da 20mila euro, titolare minacciata di morte

Ad un anno dall'ultimo 'colpo' la scena si ripete e con dinamiche simili: questa volta una ragazza si fa aprire la cassaforte e due complici portano via gioielli e preziosi. La proprietaria, legata e imbavagliata, viene minacciata di morte

Poco meno di un anno dopo la rapina che colpì la gioielleria Bijoux di Pontevico, in pieno centro al paese, la dinamica si ripete con modalità simili, per un bottino di almeno 20mila euro. Se lo spartiranno in tre, due malviventi e una complice, fuggiti poi a bordo di una Bmw grigia: sulla vicenda indagano i Carabinieri, che oltre alla videosorveglianza possono contare su una macchia di sangue rinvenuta sul luogo del ‘delitto’.

Erano passate da poco le 9 del mattino, quando una giovane donna suona e chiede di entrare in gioielleria. La titolare apre e la accoglie, le mostra i gioielli in esposizione, poi apre la cassaforte su richiesta della cliente, in cerca di qualcosa di speciale.

La vendita non si conclude, e la ragazza esce dal negozio. Ma la porta non viene chiusa, solo appoggiata, e poco dopo alla Bijoux entrano due energumeni, a volto scoperto, che aggrediscono e immobilizzano la proprietaria.

“Stai ferma e non fare domande – avrebbero gridato i due rapinatori – altrimenti ti picchiamo fino ad ammazzarti”. La donna viene dunque legata e imbavagliata, mentre i due fanno man bassa di quello che riescono a trovare tra vetrine e cassaforte.

In uscita, i due malviventi incrociano due clienti in arrivo: “Siamo i nipoti della proprietaria – raccontano ai nuovi arrivati – In questo momento la trovate al bar”. Dopo il colpo di teatro, si dileguano in direzione Cremona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontevico: rapina da 20mila euro, titolare minacciata di morte

BresciaToday è in caricamento