menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazza pakistana: dopo la denuncia, torna tra i banchi di scuola

La Questura comunica che da lunedì 18, la diciannovenne tornerà regolarmente in classe. I familiari però, confermano le assurde motivazioni che l'hanno tenuta lontano dall'istituto professionale

Il caso, almeno per ora, è chiuso. La ragazza pakistana di 19 anni ritirata dai genitori da scuola perché “troppo bella” tornerà infatti a frequentare l'istituto professionale a cui è iscritta. A comunicarlo è stata la Questura di Brescia, nel corso di una conferenza stampa, dopo che nella scorsa notte si era tenuto un vertice con il console pakistano a Milano, il capo della Squadra mobile della Questura di Brescia, Riccardo Tumminia, i rappresentanti di un' associazione pakistana, i rappresentanti della Cgil di Brescia, la ragazza e i suoi familiari.


La riunione si è conclusa con la lieta notizia, anche se i familiari nel corso della stessa avrebbero confermato che il motivo del ritiro era dovuto all'avvenenza della 19enne e al fatto che possibili corteggiatori potessero rappresentare un problema in vista di un eventuale matrimonio combinato nel Paese d'origine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Coronavirus

Pazienti positivi nell’ospedale no-Covid, chiuso un reparto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento