Cronaca

Ragazza aggredita da due ubriachi sul treno Milano-Bergamo

Sale sul treno a Milano, diretta a Bergamo: viene molestata e aggredita da due ubriaconi, mentre in carrozza nessuno interviene. Dopo lunghi minuti di ansia si alzano due ragazzi, poi interviene il capotreno

Una scena di paura ma anche di omertà, che si è protratta per mezzora o forse più. Sul treno regionale che da Milano Centrale porta a Bergamo, su uno dei vagoni come tanti che come tanti spesso sono pieni di gente. Gente che volge lo sguardo da un’altra parte, anche quando non dovrebbe.

Lo racconta una ragazza, salita sul treno alle 14. Si siede solo, sui divanetti da quattro: alla prima fermata vicino a lei si siedono altri due ragazzi, visibilmente ubriachi. La fissano, si parlano, ridono e le lanciano occhiate inequivocabili.

La giovane decide di alzarsi, si sposta un po’ più in là dove in effetti c’è un po’ di gente: chi legge un libro, chi gioca con il cellulare, chi ascolta la musica in cuffia. Si sente sicura, ma non è così: i due ubriachi la raggiungono, le si siedono accanto, di nuovo.

Stavolta le cose peggiorano, le molestie si fanno pressanti e anche fisiche: lei cerca di divincolarsi, i due le bloccano ogni uscita. La ragazza comincia ad urlare, a chiedere aiuto. In molti manco la degnano di una sguardo.

Si alzano in due, altri ragazzi giovani. Uno si mette in mezzo e rischia pure qualcosa, l’altro si allontana e chiama il capotreno. Dei due ubriaconi ne rimane uno solo, l’altro intuisce che è meglio andarsene. Quello rimasto non demorde, urla e spinge, minaccia di usare il coltello che ha in tasca.

Qualche minuto dopo arriva il capotreno, e le acque si placano. La ragazza è sotto shock, ma viene ‘liquidata’ con poco: “Non ti preoccupare, a quei due la multa la facciamo di sicuro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza aggredita da due ubriachi sul treno Milano-Bergamo

BresciaToday è in caricamento