rotate-mobile
Cronaca Nuvolento

Marito massacrato a coltellate: Raffaella subito alla sbarra

Non ci sarà nessuna udienza preliminare

Non ci sarà nessuna udienza preliminare: Raffaella Ragnoli finirà subito alla sbarra. Lo scrive Bresciaoggi: il processo a carico della 57enne accusata dell'omicidio del marito, Romano Fagoni, sarà celebrato a partire dal prossimo novembre. La donna, madre di due figli - un ragazzo di 15 e una ragazza di 26 anni - è in carcere a Verziano dalla fine di gennaio.

L'omicidio di Nuvolento

La tragedia si consumò la sera del 28 gennaio nella casa di famiglia in Via Carlina a Nuvolento. Al termine di una furibonda lite, forse l'ennesima, la donna avrebbe colpito il marito almeno 6 volte con un coltello da cucina: le coltellate gli hanno reciso la giugulare e ne hanno provocato la morte per dissanguamento.

A dare per primo l'allarme al 112 fu il figlio 15enne della coppia, che avrebbe assistito alla scena: all'arrivo dei soccorsi per Romano Fagoni, 60 anni, non c'era già più niente da fare. La donna venne subito arrestata, accusata di omicidio: come da lei stesso riferito agli inquirenti, avrebbe reagito con violenza solo per difendere il figlio, che sarebbe stato a sua volta minacciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marito massacrato a coltellate: Raffaella subito alla sbarra

BresciaToday è in caricamento