Sempre ubriaco, picchia la moglie e i bambini: in casa il blitz dei carabinieri

E' stato denunciato e allontanato dalla casa in cui abitava con la moglie e figli piccoli: l'uomo avrebbe vessato i suoi familiari per mesi, forse per anni

Foto di repertorio

La fine di un incubo per la giovane moglie e i figli ancora piccoli: per chissà quanto tempo hanno dovuto subire le vessazioni del padre-padrone, marito violento che a soli 34 anni (e di origini indiane) era quasi sempre ubriaco, e sfogava le sue frustrazioni sulla donna e sui bambini. Una situazione che è resistita a lungo, anche per la paura e l'omertà della donna stessa.

Rimaneva zitta, subiva e non denunciava. Non è stato facile per i carabinieri tessere la tela delle indagini, e infine convincerla a parlare davanti all'evidenza delle prove (raccolte in collaborazione con la Procura dei minori). E come scrive Bresciaoggi, solo poche ore fa a Quinzano d'Oglio il blitz dei militari ha chiuso definitivamente la porta all'incubo.

L'uomo è stato denunciato e allontanato dalla casa in cui abitava: come disposto dal Tribunale non potrà più avvicinarsi all'abitazione dove vivono la moglie e i figli. Non solo: per risolvere la sua dipendenza da alcool, a quanto pare accertata anche clinicamente, dovrà sottoporsi a un periodo di recupero presso il Sert, i centri di servizio per il recupero dalle tossicodipendenze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sembra che la maggior parte delle aggressioni, infatti, siano avvenute quando lui era fuori di sé, completamente ubriaco. Chissà se basterà questo per farlo cambiare, per farlo tornare un uomo degno di condividere la casa con la moglie e i bambini. Certo per loro la sofferenza è finita: sono stati mesi e forse anni di botte, umiliazioni e violenze, anche psicologiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

Torna su
BresciaToday è in caricamento