Dieci chili di marijuana in giardino, il fiuto dei carabinieri incastra un impiegato

A portare i militari sulla soglia dell'abitazione dell'uomo, un 59enne di Quinzano D'oglio, il forte odore emanato dalla piante di marijuana lasciate ad essiccare sotto il portico. Per l'uomo sono scattate le manette

Le piante di marijuana sequestrate

Trascorreva il tempo libero coltivando marijuana. Nei guai un insospettabile 59enne di Quinzano d'Oglio, dipendente delle poste Italiane. Sotto il portico della sua abitazione i Carabinieri della locale stazione hanno trovato diverse piante di marijuana, per un totale di dieci chilogrammi.

A portare i militari sulla soglia della casa dell'insospettabile impiegato è stato il forte odore emanato dalle piantine. Talmente intenso da essere sentito anche da lontano.

Il blitz lo scorso venerdì: oltre alla marijuana i carabinieri hanno scovato 23 grammi di hashish. Per l'uomo sono scattate le manette. L'arresto è stato convalidato nella mattinata di sabato: in attesa del processo il 59enne non è stato sottoposto ad alcuna misura cautelare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento