I clienti gridano alla truffa, il titolare li aggredisce lanciando una sedia

In ufficio scoppia (quasi) una rissa, in pieno giorno e in pieno centro al paese

I clienti si sentono truffati, il titolare reagisce tirando loro addosso una sedia: questo quanto sarebbe successo – raccontato dal Giornale di Brescia – in un ufficio in piazza a Provaglio d'Iseo. Uno dei presenti è rimasto pure lievemente ferito. Per sedare gli animi agitati si è reso necessario l'intervento dei carabinieri.

Premessa doverosa. I due clienti si sono presentati in agenzia già leggermente alterati, convinti di essere vittime di una truffa bella e buona: per vendere un'auto usata si sarebbero affidati alla detta agenzia per il completamento delle pratiche e il pagamento delle dovute imposte.

Ma le tasse non sarebbero mai state pagate: esisterebbe, sempre secondo i presunti truffati, solo una ricevuta di “pre-pagamento”, mai portata a termine. Nell'accesa discussione gli animi si sono scaldati ancora, e dalle parole ai fatti il passo è sempre troppo breve.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così il primo a reagire sarebbe stato uno dei titolari dell'ufficio: avrebbe preso una sedia e l'avrebbe lanciata addosso a uno dei due contestatori. Ferendolo lievemente, per fortuna niente di grave. Poi sono arrivati i carabinieri. E sicuramente la storia non finisce qui. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in 20 giorni sono morti tre fratelli

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 5 aprile 2020

  • Coronavirus, cresce la mobilità in Lombardia: "Si spostano decine di migliaia di persone"

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 4 aprile 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 3 aprile 2020

Torna su
BresciaToday è in caricamento