Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca

Gattina uccisa a fucilate: il cadavere gettato nel cortile dei suoi padroni

Un gesto crudele a Provaglio d'Iseo: gattina uccisa a fucilate e poi gettata nel cortile dei padroni. Dell'accaduto sono già state informate le autorità

Foto d'archivio

Un'altra brutta, bruttissima storia di maltrattamento di animali nella provincia bresciana: a Provaglio d'Iseo, in località Provezze, una gattina di pochi anni è stata uccisa a fucilate, poi il suo cadavere è stato gettato nel cortile della casa dei suoi padroni, con chiaro ed evidente intento provocatorio. Ma non è chiaro il motivo del folle gesto: si dice che la piccola Scully, la gattina che verrà uccisa, non dava fastidio a nessuno e non si allontanava mai troppo.

A trovare l'animale morto è stato il padre del proprietario, appunto nel giardino di casa. Una triste e amara scoperta, resa ancora più crudele dalle circostanze: la gattina da qualche tempo era anche cieca da un occhio, quindi ancora più indifesa.

Ma questo non è bastato a far cambiare idea a chi ha poi deciso di sparare: non si sarebbe infatti trattato di un evento accidentale. Dell'accaduto sono già state informate sia le forze dell'ordine che i veterinari dell'Ats, che hanno già preso in custodia la carcassa: chiunque l'abbia uccisa, rischia fino a 4 anni di carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gattina uccisa a fucilate: il cadavere gettato nel cortile dei suoi padroni

BresciaToday è in caricamento