Scoperto un "cimitero" di auto e pneumatici: alto rischio ambientale

Sfasciacarrozze abusivo in un terreno che doveva essere agricolo: denunciato un bresciano di 49 anni. Il blitz di carabinieri e forestali: rischio elevato di contaminazione del terreno

Uno sfasciacarrozze abusivo allestito in un terreno che sarebbe dovuto agricolo: in tutto i carabinieri e i forestali hanno inventariato ben 23 automobili distrutte e abbandonate da chissà quanto, accompagnate da più di 150 pneumatici accatastati a cielo aperto e senza alcuna copertura.

Il blitz dei militari arriva a conclusione di lunghe indagini sull'attività del proprietario del campo, un bresciano di 49 anni che è risultato titolare anche di un'autofficina del paese, a Provaglio d'Iseo. L'uomo è stato denunciato per gestione di rifiuti non autorizzata e gestione dei veicoli fuori uso e dei rifiuti costituiti dai relativi componenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lavorava le auto, le “svuotava” del suo contenuto, una volta che non servivano più le lasciava parcheggiate nel campo. Senza alcuna autorizzazione. Non si esclude nemmeno il rischio (elevato) di inquinamento ambientale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento