Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Ospitaletto / Vicolo Idro

Scoperta casa a luci rosse in pieno centro storico: era gestita da una trans

I Carabinieri di Ospitaletto hanno messo i sigilli ad un'abitazione del centro storico: al suo interno si prostituivano, a turno, diverse ragazze. A gestire il giro era una transessuale colombiana di 42 anni

Una casa a luci rosse in pieno centro storico. A scoprirla i Carabinieri di Ospitaletto, che hanno sigillato un appartamento di un condominio di vicolo Idro. All'interno dei locali, da almeno un paio d'anni, si alternavano giovani e seducenti ragazze che svolgevano il mestiere più antico del mondo. 

A gestire la casa d'appuntamenti era una transessuale colombiana di 42 anni, intestataria del regolare contratto d'affitto. Dietro lauto compenso, circa 700 euro al mese, la trans subaffittava due stanze dell'appartamento a giovani prostitute provenienti da tutta Italia. La 42enne, in regola con i documenti, è stata denunciata per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

L'appartamento è finito sotto la lente dei militari grazie alle numerose segnalazioni dei residenti di una via limitrofa, che da tempo venivano infastiditi dai clienti. Le prostitute di volta in volta 'ospitate' dalla trans adescavano i clienti tramite annunci on-line, fornendo però un indirizzo non preciso per non attirare troppo l'attenzione: capitava così che i clienti spesso citofonassero al campanello sbagliato. 

Il blitz dei militari è scattato nei giorni scorsi, al termine di una giornata d'osservazione: all'interno dell'appartamento, da circa due settimane, si prostituivano due domenicane, di 38 e 32 anni, regolari sul territorio nazionale e residenti ad Acqui Terme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta casa a luci rosse in pieno centro storico: era gestita da una trans

BresciaToday è in caricamento