Giovane donna incinta costretta a prostituirsi in un appartamento: fila di clienti sulle scale

L'inquietante scoperta della Polizia Locale di Montichiari: la donna, una 30enne domenicana, si prostituiva con una connazionale in un appartamento della zona residenziale del paese.

Immagine d'archivio

Una giovane donna costretta a prostituirsi, nonostante fosse al quinto mese di gravidanza. È ciò che avveniva all'interno di un appartamento di una palazzina di via Guerzoni a Montichiari, a cui ora gli uomini della Polizia Locale hanno messo i sigilli.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti, la ragazza, una 30enne domenicana, era pure richiestissima: una lunga fila di clienti rendeva quasi impossibile trovare l'ascensore libero. Un via vai continuo, che andava avanti dallo scorso luglio e che ha insospettito i vicini di casa: proprio dalle loro segnalazioni è partita l'indagine.

Oltre alla 30enne incinta, all'interno dell'abitazione veniva obbligata a prostituirsi una connazionale. Le due donne erano arrivate da Viterbo insieme, a portarle nella nostra provincia un sudamericano di 38 anni e una rumena di 29 anni: entrambi sono stati iscritti nel registro degli indagati e sono accusati di sfruttamento della prostituzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento