rotate-mobile
Cronaca Dello

Morte e distruzione in Ucraina, Brescia fa la sua parte: accolti i primi profughi

Dalla Polonia un pullman è arrivato a Dello, con donne e bambini

In Ucraina la guerra imperversa, col suo terrible carico di morte e devastazione: l'esercito russo ha rivendicato di aver conquistato due grandi città, Kherson e Berdiansk. In un comunicato del ministero della Difesa di Mosca, rilanciato dall'agenzia di stampa Tass, si legge che ''nelle ultime 24 ore le forze armate russe hanno preso il pieno controllo" dei due centri urbani, che hanno rispettivamente 290mila e 110mila abitanti.

E mentre le bombe cadono, si fa sempre più pesante l'emergenza profughi, ammassati a migliaia ai confini di Polonia, Romania e Moldavia; per accoglierli è iniziata una mobilitazione in tutta Europa. Anche Brescia sta facendo la sua parte: nella notte sono infatti stati accolti a Dello i primi profughi in fuga dalla guerra, tre donne e quattro bambini arrivati con un pullman dalla Polonia. Sarà una famiglia del posto ad ospitarli, per il momento, mentre il Comune si sta attivando per una diversa collocazione.

Altri profughi dovrebbero arrivare in provincia nelle prossime ore. La Chiesa Bresciana ha lanciato un appello a farsi avanti alle varie comunità del territorio, con spazi adeguati che poi saranno gestiti dalla Caritas diocesana. Per chi fosse disponibile può contattare Stefano Savoldi della Caritas: telefono 030.3757746 – s.savoldi@caritasbrescia.it.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte e distruzione in Ucraina, Brescia fa la sua parte: accolti i primi profughi

BresciaToday è in caricamento