Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Centro / Via Solferino

A Brescia come rifugiato, spacciava in stazione

L'arresto è stato convalidato, ma l'uomo, un gambiano del '91, è libero e tuttora ospitato all'hotel Solferino, una delle strutture della città adibite all'accoglienza dei profughi.

immagine d'archivio © Bresciatoday.it

In Italia è arrivato, illegalmente, nel luglio del 2014. Un lungo viaggio in mare, poi l'approdo sulle coste della Sicilia e la richiesta d'asilo effettuata ad Agrigento.  Alla fine di luglio il trasferimento nel centro d'accoglienza della zona della Stazione di Brescia e l'inizio dei problemi.

L'aggressività, la prepotenza e il comportamento non conforme ad una civile convivenza avevano subito messo in allarme i conviventi, anche loro in attesa di essere regolarizzati, e i responsabili della struttura, che di recente lo hanno segnalato alla Questura.   A gennaio gli uomini della volante lo avevano sorpreso con alcuni grammi di stupefacente. È stata quindi avviata una richiesta di revoca delle misure di accoglienza, affinché fosse tenuta presente in sede di valutazione della richiesta d'asilo. Il giudizio in merito sarà espresso la prossima settimana.

Pochi giorni fa una volante che stava pattugliando la zona della stazione lo ha individuato e ha deciso di sottoporlo ad un controllo. Alla vista degli agenti, però, l'uomo si è messo a correre, scappando verso i cantieri Tav di Via Toscana. 

Durante la fuga ha gettato a terra un busta contenente 28 dosi di marijuana. Gli agenti della polizia di Stato lo hanno bloccato mentre tentava di scavalcare una recinzione e l'uomo ha avuto una violenta reazione.  È stato arrestato per violenza e resistenza e per possesso di droga. Ma al processo ha patteggiato 4 mesi e 700 euro.

Attualmente è libero in attesa che la sua richiesta venga accolta, ma "sarà molto difficile" ha commentato il questore vicario Emanuele Ricifari, che ha  anche sottolineato l'unicità del caso: “è la prima volta che un richiedente asilo dell'ondata di sbarchi di quest'estate incappa in questi crimini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Brescia come rifugiato, spacciava in stazione

BresciaToday è in caricamento